martedì 23 maggio 2017

IL SINDACO DI MANCHESTER E' SIONISTA MENTRE LA MOGLIA E' AMICA DI EVELYN ROTHSCHILD

Una delle caratteristiche degli attacchi false flag e' quella in cui il sindaco
del paese e' quella in cui il giudice del paese dove e' avvenuto il fatto e' sionista (dagli attentati ne trae vantaggio Israele stato dei Rothschild)
Una caratteristica che troviamo anche a Manchester.
Il sindaco e' Andy Burnham che nel 2015 ha affermato :
''Sono sempre stato un amico di Israele e della comunita' ebraica e non cambiero' mai questa opinione'' (1)
La moglie Marie-France van Heel nel 2008 e' stata ad un party con Evelyn Rothschild (2) ed e' CEO
della Heavenly Labs che lavora con la Edmond de Rotshchild private (3)


Fonti :

(1) http://www.middleeasteye.net/news/jeremy-corbyn-stands-alone-among-labour-candidates-supporting-arms-boycott-israel-639709261

(2) http://www.independent.co.uk/news/uk/politics/whos-who-on-the-new-guest-list-at-chequers-it-helps-if-you-are-highbrow-874855.html

(3) http://heavenlylabs.com/#link-2



venerdì 19 maggio 2017

ALBERTO MANTOVANI PROVIENE DA UN ISTITUTO GESTITO DA UN UOMO-ROTHSCHILD

L'immunologo Alberto Mantovani, che si batte per i vaccini e che viene pubblicizzato dai media servi dei Rothschild e' direttore presso l'Istituto Humanitas. (1) di Gianfelice Rocca

Gianfelice Rocca ha fatto parte del Bilderberg dei Rothschild (2 ) ed e' membro dell'Aspen Institute dei Rockefeller e della Commissione Trilaterale una lobby globalista ( 3 )

Fonti :

(1)  http://www.corriere.it/salute/malattie_infettive/17_maggio_19/titolo-3f13e9a2-3cbf-11e7-bc08-57e58a61572b.shtml

(2) https://books.google.it/books?id=XS5QAwAAQBAJ&pg=PT120&lpg=PT120&dq=gianfelice+rocca+bilderberg&source=bl&ots=qz5aFQhtqh&sig=TOB74R5C4SApB6mEDdGPwcXOM6g&hl=it&sa=X&ved=0ahUKEwi0yLSPlv3TAhXMJlAKHVVnBBUQ6AEIXjAJ#v=onepage&q=gianfelice%20rocca%20bilderberg&f=false

(3) http://www.infonodo.org/node/36836





MAMMA DELLA PROVINCIA DI MACERATA : PERCHE' NON VACCINO PIU' I MIEI FIGLI

Macerata, 28 febbraio 2011

La mia storia è simile a quella di tanti genitori italiani e non, che hanno deciso di non vaccinare i loro figli.
Non sono né un’eroina, né una folle, né tanto meno una mamma irresponsabile, anzi il mio percorso nasce da tanti dubbi su una terapia o pratica medica che io stessa ho fatto fare al mio primogenito senza pensare esattamente cosa facessi.
Sono andata alla ASL, come di routine, e ho permesso ad un medico (che mai metterebbe per iscritto la sua responsabilità in caso di danno da vaccino, ma fa firmare te, genitore, come unico responsabile di qualsiasi cosa dovesse accadere a tuo figlio dal momento in cui la siringa viene infilata nella sua coscetta) di spedire per via intramuscolare un liquidino ‘innocuo e trasparente’.
La mia unica preoccupazione in quel momento era solo di sperare che non piangesse tanto e che non gli venisse la febbre! Mi sono poi chiesta se si può considerare responsabile un genitore che fa iniettare qualcosa a suo figlio senza sapere cos’è. Sono poi seguiti altri richiami a cui ho sempre portato mio figlio.
E’ nata dopo poco la mia secondogenita e anche lei, vaccini! Stavolta però le cose si sono complicate: febbri dopo ogni inoculazione e febbre a cadenza quindicinale per un anno consecutivo. Paure, analisi varie e mai nessuno che avesse supposto di correlare questi sintomi alle vaccinazioni. In me è nata la volontà di sapere e di mettere fine alle mie paure da ignorante. Ho chiesto delucidazioni al servizio sanitario e la risposta che  ufficialmente ho ottenuto e ottengo è ‘il beneficio supera di gran lunga il rischio di un vaccino, solo con i vaccini si sono debellate malattie e si mette a rischio la comunità se non vi è una copertura vaccinale adeguata … ‘
Il caso ha voluto però che io mi imbattessi  in chi ha vissuto ciò che nessuno ti racconta: ovvero il danno da vaccino e ho avuto modo di conoscere un mondo ‘sommerso’ di cui è difficile anche informarsi.
Ai miei figli per ora non è successo nulla, ma poi? Ho scoperto che nei vaccini ci sono materiali genetici che, iniettati per via intramuscolare in un corpo, possono liberamente ricombinarsi, depositarsi, aggregarsi e creare, nei corpicini dei nostri amati, varie conseguenze, per non parlare poi dei virus che si possono moltiplicare  insieme ai batteri e che possono sfuggire al controllo di chi li ha creati, nonostante siano conservati con additivi (alluminio,mercurio, ecc…) e antibiotici (tipo la niacina).
Mi sono così detta:”adesso voglio studiare tutto ciò che gira intorno a questa pratica obbligatoria piena di ombre!” Ho letto libri (che consiglio di leggere attentamente a chiunque volesse saperne di più, come quelli del dott. Roberto Gava, Le Vaccinazioni Pediatriche, revisione delle conoscenze scientifiche, Edizioni Salus Infirmorum, 2006, che scrive anche nel sito http://www.informasalus.it/ ; deldott. Eugenio Serravalle , Bambini super vaccinati, saperne di più per una scelta responsabile, Il Leone verde, 2009; le varie pubblicazioni del dott Robert Mehndelson pediatra tra i piu’ famosi in epoca moderna e i vari articoli che quotidianamente il Comilva  – Coordinamento del Movimento Italiano per la Libertà delle Vaccinazioni http://www.comilva.org/ – raccoglie da ogni parte del mondo), ho parlato con medici che si sono messi in discussione, ho ascoltato storie (e so che ve ne sono tantissime simili) di genitori disperati che addirittura non sanno più come riavere il loro figlio sano come prima!
Risuonano in me le parole di un papà disperato che ha detto ‘maledico ogni giorno che vivo perché questa vita non la voglio, mi hanno rubato la cosa più importante, mia figlia!’
Il mio percorso da obiettore (ma anche da genitore attento e responsabile) non deve essere considerato una ribellione al sistema sanitario o una moda passeggera, ma è per me una tutela per la salute dei miei figli, la ragione della mia vita.
Mi piacerebbe un giorno sapere che le odissee burocratiche, legali e comunitarie che chi fa una scelta come la mia deve affrontare, siano scomparse; vorrei che in Italia, paese democratico e libero, vi sia la libertà di scelta nelle vaccinazioni, che ci sia informazione vera  e alla portata di tutti,che spieghino le cose come stanno alle mamme spaventate e non diano solo la solita minestra riscaldata o fogli in cui parlano di ricerche sulla sicurezza dei vaccini.
Le stesse case farmaceutiche che li producono dicono che non ci sono  studi sui possibili danni da vaccino dopo 5/10anni dall’inoculazione! La farmaco sorveglianza dopo l’uscita di un vaccino finisce dopo pochi giorni, quindi le reazioni avverse devono essere segnalate da chi subirà un danno, cosa che reputo assurda.
Alla ASL il personale, molto disponibile, ma istruito quasi a mo’ di macchina, mi ha dato risposte del tipo ‘ma signora, lei le da le medicine ai suoi figli? Lo sa che anche queste hanno effetti collaterali? Lo sa che, a differenza delle medicine, i vaccini sono testati solo sui bambini ? [!] Prima non c’era tutta questa attenzione per queste tematiche,erano le mamme a chiederti, anzi, supplicarti di fare il vaccino perché non c’era tempo da perdere!”
La mia unica risposta a tutto questo è la seguente: ‘informatevi’! Siate sicuri che ciò che farete ai vostri figli sia la cosa migliore, qualunque sia la scelta. Non esiste niente che si fa per i propri figli che non preveda un rischio, ma la vita non è un gioco, non si gioca alla roulette russa. Io ancora mi sto documentando, la mia ricerca continua, ma è un lungo cammino pieno di muri di gomma, di ottusità, di inezia e di disinformazione.

Fonte :

http://www.mammemarchigiane.it/2011/02/ho-scelto-di-non-vaccinare-piu/




mercoledì 17 maggio 2017

IL SIONISTA NICOLA PORRO

Nicola Porro ha lavorato per i principali canali televisivi (Rai, Mediaset e La7), e' quindi tra coloro che hanno contribuito a mantenere disinformati gli italiani.
E' un sostenitore di Israele (stato dei Rothschild), che lui definische regime democratico (1) e che ha
foraggiato ISIS/Daesh ed e' responsabile della deportazione del popolo palestinese e dell'uccisione di molti suoi membri

Fonti :

(1) https://www.youtube.com/watch?v=QVw56IUUiZE




martedì 16 maggio 2017

IL CEO DELLA GLAXO PROVIENE DA UNA SCUOLA-ROTHSCHILD

La Glaxo, che ha deciso di investire 1 miliardo di euro in vaccini in Italia (1) paese dove sono in calo,
ha come CEO Emma Walmsley che ha studiato all'universita' di Oxford (2)
In questa universita' hanno studiato Nathan Rothschild, (3) figlio di Jacob e la sorella di quest'ultimo Emma Georgina (4)
L'Universita' di Oxford inoltre ha partnership con la Rotshchild & Co. (5) e l'Aspen Institute (6)
fondato dai Rockefeller
Il direttore esecutivo della Edmond Rothschild Foundation, Firoz Ladak,  ha studiato in questa universita' (7)
Nel 2014 la moglie di Evelyn Rothschild ha organizzato un meeting dove a partecipare c'era anche la Glaxo.(8)

Fonti :

(1)  http://www.sanita24.ilsole24ore.com/art/imprese-e-mercato/2016-04-13/vaccini-e-farmaci-glaxo-scommette-1-mld-italia-094838.php?uuid=ACzsSh6C

(2) https://en.wikipedia.org/wiki/Emma_Walmsley

(3) http://www.telegraph.co.uk/news/politics/conservative/3236091/Nat-Rothschild-profile.html

(4) https://en.wikipedia.org/wiki/Emma_Georgina_Rothschild

(5) http://www.sbs.ox.ac.uk/faculty-research/privateequity/network-0/rothschild-global-advisory-challenge

(6) http://www.aspeninstitute.it/interesse-nazionale/ricerche/dettaglio

(7) http://adrfellowship.org/who-we-are/

(8) http://www.telegraph.co.uk/finance/newsbysector/banksandfinance/10856788/London-hosts-world-leaders-in-debate-on-fairer-capitalism.html



lunedì 15 maggio 2017

IL NUOVO PRIMO MINISTRO FRANCESE E' UN SERVO-ROTHSCHILD

Il nuovo primo ministro francese e' Edouard Philippe.
Philippe si e' laureato presso l'Istituto di Studi Politici a Parigi, (1), la stessa scuola dove si e' diplomato David Rothschild (2) e dove attualmente insegna Enrico Letta (3) uomo dei Rothschild.
Nel 2016 ha partecipato al meeting del Bilderberg dei Rothschild (4)

Fonti :
(1) https://fr.wikipedia.org/wiki/%C3%89douard_Philippe

(2) https://fr.wikipedia.org/wiki/David_de_Rothschild

(3) http://www.enricoletta.it/enrico/

(4) https://fr.wikipedia.org/wiki/%C3%89douard_Philippe





domenica 14 maggio 2017

KISSINGER ERA AMICO DI GELLI (FIGURA DI SPICCO DELLA P2)

Padre Paul Kramer :
''Licio Gelli della P2, condannato per finanziamenti di attivita' terroristiche e sospettato di essere uno dei mandanti dell'uccisione di Moro era socio in affari con Kissinger.
Nel 1982 Gelli dichiaro' durante un'intervista che al matrimonio della figlia ad Arezzo uno degli ospiti d'onore era stato proprio Henry Kissinger.
Kissinger aveva minacciato Moro perche' si era rifiutato di introdurre una politica di riduzione della popolazione e di deindustrializzazione.
Kissinger disse a Moro : ''Lei paghera' casa questa decisione'
Furono le Brigate Rosse ad uccidere Aldo Moro ma nei decenni seguenti sono emerse prove che attribuiscono a Gelli una notevole influenza nei confronti delle Brigate Rosse.''

Fonte :

https://www.youtube.com/watch?v=Kz1N893IxTk